La page est en train de chargement

Quali sono le principali ragioni di un rifiuto di credito?

Blog | Credito

Avete richiesto un prestito che è stato rifiutato? Quali sono le principali ragioni di rifiuto un credito e cosa fare? Ci sono alternative possibili? Di seguito troverete alcune spiegazioni.

Le condizioni di base per ottenere un prestito

Qualunque sia l’organismo presso il quale scegliete di indirizzarvi, le condizioni di base, definite dal quadro della legge svizzera(LCC + LCD), sono sempre le stesse:

  • Età: minimo 18 anni, l’importo prestato deve essere rimborsato al più tardi l’anno dei 70 anni.
  • Budget: avete richiesto un prestito che è stato rifiutato? Quali sono le principali ragioni per rifiutare un credito, cosa fare in caso di rifiuto del fascicolo e ci sono alternative? Vi offriamo alcune spiegazioni
  • Sovraindebitamento: la concessione di un credito al consumo è vietata se causa sovraindebitamento. Questo testo di legge (art. 3 LCD) deve comparire anche su qualsiasi forma / sito web / opuscolo che offra questo tipo di servizio.

Una questione di rischio

Oltre alle condizioni “legali” legate all’ottenimento di un credito al consumo, le organizzazioni fanno anche valere anche la nozione di rischio. Sarà rifiutato anche un prestito considerato “troppo rischioso” (rischio di mancato rimborso). Per questo motivo, altre condizioni si aggiungono, come per esempio il permesso di soggiorno per stranieri, la durata di lavoro presso lo stesso datore, gli antecedenti finanziari ecc,..

Per maggiori informazioni non esitate a consultare la nostra rubrica internet dedicata al soggetto.

Le principali cause di rifiuto

Le seguenti cause di riufiuto sono direttamente legate alle condizioni di base (legali o rischio). In particolar modo, i rifiuti principali sono dovuti:

    • Gli antecedenti del richiedente: se, ad esempio, ha una procedura aperta, codici con il registro centrale dei crediti (ZEK), o semplicemente troppe richieste in corso con diverse società.
    • La sua situazione: per esempio permesso L, permesso G da meno di 3 anni, se è disoccupato, …
    • Il budget del richiedente: rendita insufficiente per assicurare il rimborso del prestito in 3 anni, impegni esistenti troppo grandi (locazioni, crediti correnti,…..)

.

    • Casi di frode: falsificazione di documenti, dati errati,….

Può anche accadere che un rifiuto sia dovuto ad un errore amministrativo: file inserito in modo errato, reddito aggiuntivo non preso in considerazione, dati incompleti, ecc. Per questo motivo, è importante contattare uno specialista come Multicredit per garantire una gestione professionale della pratica, ma anche e soprattutto per beneficiare di un referente che possa intercedere per vostro conto presso le banche in caso di rifiuto ingiustificato.

.

Cosa fare in caso di rifiuto?

La maggior parte delle persone che vengono rifiutate da un’agenzia di credito privata tendono a tentare di presentare una nuova domanda ad un’altra società. Anche se a volte questo approccio può funzionare, in realtà tende a penalizzare il futuro creditore. Troppe richieste presentate in un breve periodo di tempo possono portare a codici negativi con l’ufficio di credito e, in ultima analisi, penalizzare qualsiasi richiesta futura. Inoltre, poiché le condizioni di base sono le stesse per tutte le banche, è raro che un fascicolo rifiutato presso un’istituzione possa essere accettato altrove. Pertanto, i primi riflessi in caso di rifiuto dovrebbero essere:

.

      • Informarsi circa la causa del rifiuto.
      • Se questo motivo sembra essere basato su un errore (reddito con una cifra errata,…..), chiedete che il vostro dossier sia rivisto, o almeno che la situazione sia chiarita.
      • Eventualmente attendere almeno 3 mesi prima di fare un’altra richiesta.

Le alternative

In caso di rifiuto di credito, esistono delle alternative. In particolar modo, in funzione dei bisogni e della situazione:

      • Carte di credito: quest’ultime sono legate a delle condizioni di rilascio più semplici. In effetti una persona che vede la sua richiesta di prestito rifiutata, potrà sicuramente ottenere una carta di credito in alternativa. Tuttavia, va tenuto presente che un rifiuto è volto principalmente a proteggere il consumatore dal sovraindebitamento: questa alternativa non è quindi sempre la più appropriata.
      • Supplemento di credito: se avete già un prestito privato e avete bisogno di denaro in contanti, potete, piuttosto che richiedere un nuovo prestito da un’altra organizzazione, semplicemente richiedere denaro aggiuntivo all’istituzione con cui avete già un contratto in corso. Inoltre, le procedure saranno più semplici e veloci, ma le possibilità di accettazione saranno maggiori (soprattutto se avete pagato le vostre fatture regolarmente).
      • Riduzione del debito: in caso di situazioni difficili, uno specialista può aiutarvi a migliorare la vostra situazione assumendosi la gestione dei vostri crediti. Per maggiori informazioni, consultare la nostra pagina dedicata alla riduzione del debito..

Articolo realizzato dall’equipe Multicrédit – lo specialista del credito in Svizzera.