La page est en train de chargement

Prestito per dirigenti aziendali: credito privato o credito commerciale?

Blog | Credito

Gestite un'azienda come libero professionista o direttore, cercate di ottenere della liquidità per voi stessi o per il vostro business? Quali sono le alternative che vi si offrono? È meglio richiedere un prestito a proprio nome o a quello della società di cui siete titolari? Confrontiamo le due soluzioni.

Credito privato o commerciale

I direttori d’azienda che desiderano ottenere della liquidità, hanno la possibilità sia di effettuare un prestito a proprio nome o a quello della loro società. Si tratta di due metodi distinti con degli approcci diversi:

  • Prestito a proprio nome: si parla di credito privato o di credito al consumo
  • Prestito a nome della società: si parla di credito commerciale o credito PMI

Il credito commerciale

A priori, questo tipo di prestito permette di finanziare qualsiasi progetto o bisogno di liquidità legato all’azienda.In alcuni casi, tuttavia, soprattutto per i lavoratori autonomi, la soglia può essere confusa, come per esempio il caso di un’auto aziendale che viene utilizzata anche in un contesto privato. Ad ogni modo la richiesta di un prestito per conto della vostra azienda comporta:

  • Che il denaro preso in prestito sarà in linea di principio utilizzato per finanziare la sua attività
  • La possibilità di prendere in prestito importi maggiori:da 10.000 Chf fino a 30.000.000 Chf
  • La scelta di rimborsare tra 12 e 84 mesi
  • Poter beneficiare di un tasso d’interesse a volte più vantaggioso
  • La necessità di fornire alcuni documenti aggiuntivi per l’analisi dei file
  • Un tempo di elaborazione a volte più lungo

Per esempio un prestito PMI di 200’000 Chf in 60 mesi con un tasso d’interesse del 4.8% implica una rata mensile di 3’746 Chf incluso ammortamento e pagamento degli interessi.

Il credito al consumo

A differenza del prestiro commerciale, questo tipo di credito riguarda il finanziamento di qualsiasi progetto privato. Tuttavia, nel caso in cui si tratti di un lavoratore autonomo o di una piccola PMI, nulla vi impedisce di richiedere un prestito privato e di utilizzare il denaro ottenuto per la vostra azienda! In generale, questo tipo di soluzione comporta:

  • Un utilizzo libero del denaro ottenuto
  • Importi in prestito di più piccola entità: da 3’000 a 300’000 Chf
  • La scelta della durata tra 12 e 84 mesi
  • Un tasso d’interesse direttamente correlato al budget a disposizione del richiedente (una migliore situazione finanziaria, implica un miglior tasso)
  • Procedure semplicate: meno documenti da fornire e decisione più rapida

Per esempio, un prestito privato di 40’000 Chf in 60 mesi con un tasso d’interesse del 5,8% implica una rata mensile di 766 Chf al mese, ammortamento e interessi inclusi.

Quale soluzione scegliere?

Mentre in alcuni casi sembra ovvio optare per un’alternativa piuttosto che ad un’altra, succede a volte che la scelta non è sempre così semplice. La soluzione migliore potrebbe essere allora quella di contattare uno specialista che sia attivo sia nei prestiti privati che commerciali. La società Credito Bancario propone soluzioni per aziende e privati. Il coinvolgimento di uno specialista permette spesso di beneficiare di un’analisi approfondita della propria situazione e delle proprie esigenze e di vedere più chiaramente i vantaggi e gli svantaggi di una particolare soluzione. Infine, va anche notato che esistono ancora altre alternative al credito commerciale, come il leasing per le PMI, che permette il finanziamento dei beni di produzione, o il factoring, che è una soluzione per migliorare i flussi di cassa a lungo termine (vedi ad esempio Prestaflex per saperne di più).