La page est en train de chargement

Divorzio o separazione : cosa succederà al mio credito personale?

Blog | Credito | Varie

In questi tempi di grandi cambiamenti, avere un po' di chiarezza sulla situazione finanziaria personale è importante. Quali sono gli obblighi reciproci? A chi resta il compito di rimborsare il prestito?

Avete contratto un prestito personale prima o durante il matrimonio? Anche se probabilmente è stato erogato dal finanziatore in base alla sua situazione personale e a quella del coniuge, lei ne è l’unico responsabile.

Tuttavia, alcune circostanze possono però determinare un’eventuale responsabilità del coniuge, come per esempio: il contratto di matrimonio, la separazione dei beni o il regime patrimoniale. In base al tipo di accordo matrimoniale, la situazione può cambiare.

Ricordiamo intanto che il credito ipotecario non è associato al credito privato o al credito personale. Il credito personale è un prestito al consumo.

Se siete separati: in linea di massima, la responsabilità non sussiste più: chi ha dunque stipulato il debito ne è responsabile. Tuttavia, se il vostro “finanziatore” non viene informato della vostra separazione, può chiedere il rimborso del debito ad entrambi i coniugi. Questo aspetto può essere convalidato da un tribunale sulla base della valutazione di buona fede del “finanziatore” se dichiara di non essere a conoscenza della vostra separazione.

In linea di principio, a differenza di un matrimonio in comunione dei beni, un accordo di separazione dei beni protegge il coniuge dai debiti contratti prima e durante il matrimonio. Invece se si tratta di un debito familiare (spese per la casa, i mobili, le auto, l’abbigliamento, il cibo, il tempo libero, l’assistenza sanitaria, il mantenimento e l’istruzione dei figli) entrambi i coniugi diventano co-responsabili del debito, a meno che non risulti essere eccessivo in proporzione alle loro risorse economiche. Questo è da determinare individualmente, caso per caso.

Il regime della comunione dei beni è vincolante per entrambi i coniugi. Attenzione però a una sottigliezza: il regime della partecipazione agli acquisti, esclude ad ogni coniuge la proprietà e la comproprietà dei beni o dei debiti contratti dal coniuge prima del matrimonio o derivanti da una successione familiare. D’altra parte, i coniugi sono solidamente legati agli impegni condivisi in piena consapevolezza durante l’unione.

Un coniuge che si è invece fatto garante del credito del coniuge, rimane legato al debito dopo la separazione, qualunque siano le circostanze.

Per qualsiasi dubbio o ulteriori informazioni, chiedete informazione agli istituti di credito responsabili e competenti. Ci auguriamo che queste informazioni vi saranno utili.